L'ARCHITETTO RISPONDE: TRUCCHI PER FAR SEMBRARE PIU' GRANDI GLI AMBIENTI

Spesso gli ambienti in cui viviamo non corrispondono esattamente a quello che da sempre e' stato il nostro ideale di casa; spesso, molto spesso ci si ritrova a fare i conti con camere piuttosto piccole, corridoi stretti e poco illuminati, soffitti bassi e aperture troppo piccole.

Attraverso l'uso di alcuni semplici accorgimenti nell'impiego dei colori,  dei materiali, dell'arredamento e delle tende e' possibile amplificare l'effetto visivo degli ambienti creando una senzazione di maggior respiro.

Prima di tutto,come primo accorgimento per  far sembrare piu' grandi ambienti piuttosto ristretti, e' importante scegliere nuance cromatiche vivaci che renderenno gli spazi piu' luminosi 

Vanno benissimo le tinte fredde come il verde e il blu/turchese, utilizzate in tutte le gradazioni pastello senza mai scegliere tinte molto sature; va bene anche il bianco in tutte le sue declinazioni e il grigio nelle sue fattezze piu' morbide.

Un altro strumento che puo' essere utilizzato al fine di allargare visivamente gli ambienti e' sicuramente quello di una scelta di materiali, pavimenti e pareti, che creino una omogeneita' visiva, una sorte di fusione tra orizzontale e verticale, dove le linee di giunzione si perdono; ottimo sistema da utilizzarsi a questo fine e' quello dell'applicazione di resine, che donano a tutte le superfici continuita' spaziale.


L'uso degli specchi e' un espediente che notoriamente serve ad aumentare la sensazione di spazialita' di un ambiente. In commercio oggi ce ne sono di tipologie e forme molto differenti, e' preferibile utilizzare specchi a tutt'altezza o che comunque coprano in altezza gran parte della verticalita' della parete, con larghezze variabili a seconda degli oggetti di arredo a contorno.

Scegliete le dimensioni e la tipologia dello specchio in virtu' dell'arredamento che ad esso si accosta, rimanendo nelle dimensioni del lato corto della consolle o del divano ad esso piu' vicino.
Inoltre sarebbe preferibile posizionarli difronte a grandi aperture per amplificare la luminosita' o metterne uno difronte all'altro per giocare con le profondita'.
Nella scelta dello specchio cercate di porre anche attenzione ai materiali con cui e' stato realizzato, escludendo quelli che contengono rame  e piombo ma scegliendo quelli ecologici che hanno anche piu' alte prestazioni.
Nei processi di produzione precedenti, lo strato di argento contenuto nello specchio era protetto per evitarne l'ossidazione da rame o da sostanze che contenevano formaldeide, mentre ora aziende come AGC usano membrane che hanno il 70% in meno di sostanze tossiche e sono anche piu' resistenti grazie all'applicazione di strati di polipropilene.
(Aziende: Fiamitalia, Saint-Gobain Glass, AGC, Glass)


La scelta di mobili bassi e consolle e' un ottimo escamotage per evitare di occupare il campo visivo con alti ed ingombranti mobili che servono solo a saturare visivamente e da un punto di vista spaziale, un ambiente gia' troppo ristretto; da abbinarsi sicuramente all'uso di porte scorrevoli e colori brillanti.



Ottime aziende che realizzano mobili e consolle bassi modulari, per cui componibili in maniera molto flssibile, sono Riflessi e Lago.

Molto importante per bilanciare spazi che sono o troppo alti o troppo bassi, oppure eccessivamente rettangolari con un lato molto piu' lungo dell'altro, e' l'uso attento dei contrasti.
Se un ambiente ha il soffitto molto basso, cercate di accentuare la verticalita' della stanza valorizzando solo alcune porzioni di parete o pilastri in posizione angolare che accentuino l'attenzione visiva sulla verticalita'.



Se invece l'ambiente presenta un lato molto lungo ed un lato corto, si puo' ovviare a questa sensazione visiva di eccessiva profondita' tinteggiando le pareti lunghe con tinte chiare e saturando ossia colorando le pareti corte di nuance cromatiche molto intense.




L'illuminazione, sia quella naturale che quella artificiale, hanno un'influenza notevole sulla resa spaziale degli ambienti. A differenza di quello che generalmente si pensa l'uso di una luce alogena non serve ad aumentare la capacita' visiva di una stanza, ma al contrario puo' ingenerare l'effetto del soffitto che sembra venir giu'.
La maniera ottimale di utilizzare la luce artificiale e' quella di usarne tanta e in maniera diffusa magari integrandola nel sistema controsoffitto o nei mobili.
Evitate di mettere qua e' la' lampade appoggiate illuminando quindi in maniera disordinata; meglio 2 applique o sospensioni con luce direzionata che danno un senso di ordine alla stanza.






Grande importanza deve essere data all'illuminazione naturale che deve essere aumentata allargando, laddove possibile, le aperture; evitare di coprirle con tende a calata pesanti ma piuttosto diafane e leggere, preferibilmente a pacchetto che lascino trapassare la luce in maniera ottimale.





Non per ultimo, l'ordine all'interno di un ambiente aiuta ad aumentarne l'effetto visivo di spazialita'; pochi oggetti sistemati in maniera ordinata, cercando di trovare un concept razionale ottimale migliora sicuramente la sensazione di ampiezza che si riceve entrando in una stanza.

1 commenti:

Đào Quân ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

Posta un commento

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | cheap international calls