RISTRUTTURARE ED ARREDARE IL SOGGIORNO #1 - Pareti attrezzate e pareti passanti.

Iniziamo con questo articolo un percorso che ci guidera' alla scoperta dello spazio del soggiorno,dell'ambiente living come sempre piu' spesso si definisce l'area della casa destianat alla convivialita' e al tempo libero.
La casa del terzo millennio sembra essere destinata in maniera sempre piu' marcata a dimenticare il concept di famiglia tradizionale e a diventare invece espressione della giungla metropolitana che rappresenta il frenetico vivere quotidiana.
Che siano nuclei familiari allargati, coppie felici o single la tendenza la loftismo sembra sempre piu' forte, portando alla scomparsa definitiva della compartizzazione dell'ambiente domestico tradizionale e all'affermazione di un'organizzazione degli spazi che destrutturano l'elemento parete facendone venire meno la sua funzione come elemento separatore.

La logica della casa viene epurata della sua drastica ed originaria divisione tra zona giorno e zona notte, scompaiono tinello e corridoio e prende forma una zona living, uno spazio soggiorno "esteso" che diventa fulcro della zona pranzo, della cucina, del salotto e a volte anche del bagno che si spoglia della sua funzione primaria, diventando magari isola di benessere a servizio della zona living.

Gli spazi diventano immediatamente fruibili, interscambiabili nelle loro funzioni, sinonimo di quella contemporaneita' del vivere quotidiano che e' multifunzion;
un'unica soluzione di continuita' in cui si ritrovano colori, forme geometriche e materiali 
diversi che superano la tradizionale visione dei differenti stili di design.
















Tutti gli elementi separatori perdono consistenza, le pareti si connotano di caratteri inediti come movimenti di scorrimento, rotazione o ribaltamento, le porte diventano flessibili e si adeguano all'esigenza di allargare gli spazi ed improvvisamente di trasformarsi inaspettatamente ridando intimita' a spazi prima completamente aperti. 
La dimensione classica della porta 80x220 cm.H a doppia cerniera viene sorpassata da grandi elementi in vetro trasparente o colorato, a tutt'altezza e scorrevoli, che spesso vengono racchiuse in sistemi di arredo che abbandonano la vecchia forma di arredo posizionato in un punto preciso dell'ambiente domestico,ma diventano tutt'uno con la struttura stessa della casa; il caso per esempio di pareti attrezzate che diventano libreria, diventano contenitori multifunzione, diventano cornice per schermi a LED.
L'ambiente soggiorno si arricchisce di oggetti che sono trasformisti, mutevoli a seconda della funzione che ad essi viene assegnata in ogni momento del vivere quotidiano, tavolinetti da salotto che si trasformano in tavoli da pranzo, librerie che diventano scrivania, imbottiti che si trasformano in pouf, in chaise longe o in divano con un semplice gesto.



In questa visione della unicita' e continuita' degli spazi le pareti attrezzate siano esse passanti o a spalla acquistano una grande importanza, diventano il simbolo per eccellenza di questo trasformismo dell'oggetto d'arredo, svolgendo a volte il ruolo di contenitore di altri oggetti o di abiti, a volte mettendo in mostra ed altre volte strutturando gli spazi.
Prima di procedere alla scelta del sistema di arredo piu' adeguato per la nostra zona living, e' opportuno porsi alcune domande e prendere in considerazione le caratteristiche dell'ambiente che sara' oggetto di intervento sostanziale o di semplice ri-sistemazione degli arredi.
Primo elemento da tenere in considerazione per qualsiasi operazione di progettazione di uno spazio (ndr. quindi non soltanto per la zona living) e' comprendere quali siano le proprie necessita' e gli obiettivi da raggiungere per rendere lo spazio il piu' adatto ai propri desideri.
L'orientamento dell'ambiente e la presenza di terrazzi o balconi e' importante per valutare l'andamento dei fasci luminosi durante l'arco della giornata e l'eventuale riflesso/riverbero riveniente dal posizionamento di un sistema in un qualsiasi punto dell'ambiente;il posizionamento per esempio di un elemento d'arredo chiaro o trasparente o impreziosito di materiali brillanti, in corrispondenza del fascio di luce mattutino proveniente da est, illuminera' di riflesso altri punti della casa posti in penombra a seconda dell'angolazione che ad esso verra' data
Altro fattore importante da valutarsi e' per esempio la presenza di un elemento strutturale importante all'interno dello spazio ed imprescindibile dalla sua stessa organizzazione come un camino o un pilastro dalle notevoli dimensioni; nel primo caso questo potrebbe essere messo in evidenza con una simmetria dell'arredo o nel caso del pilastro nascosto all'interno di uno di questi sistemi passanti.



Se l'ambiente o gli ambienti su cui si sta andando ad intervenire hanno una connotazione tipologica evidente (ndr. e' il caso di interventi all'interno di edifici storici) si dovrebbe tendere a non stravolgere l'immagine originale degli ambienti stessi, prediligendo soluzioni che  valorizzino le diverse aree funzionali magari con l'uso di colori diversi.
Facciamo un esempio pratico: se il rapporto intercorrente tra ingresso e soggiorno e' quello di due spazi posti uno conseguentemente all'altro, si puo' assolutamente pensare di compenetrare i due spazi con il risultato da un lato di dare forte centralita' all'ingresso e dall'altro di allargare le dimensioni del soggiorno, demolendo gli elementi divisori ma connotandone magari le diverse funzioni con delle nuance cromatiche differenti, magari graduali.

Altra domanda da porsi e' l'uso che solitamente si intende farne della zona soggiorno; spazio di convivialita' dove spesso si organizzano pranzi e cene tra amici per cui l'area pranzo deve essere integrata con lo spazio dell'accoglienza e allo stesso tempo proiettata verso la cucina nel rispetto della logica dell'open space?
oppure spazio destinato al relax, alla lettura o ad ascoltare musica, a guardare il TV o a lavorare al PC lontano dall'attivita' frenetica del vivere domestico? in questo caso sara' preferibile prediligere soluzioni angolari e predisporre sistemi con attrezzature multimediali come boiserie cablate per l'impianto Hi-fi o con sistemi di aggancio per schermi al plasma o a LED.























Gli elementi che concorrono quindi ad organizzare ed impreziosire lo spazio del soggiorno sono moltepli, le pareti attrezzate, i tavoli, gli imbottiti, le tinteggiature e le tappezzerie.
Iniziamo questo nostro viaggio occupandoci delle pareti attrezzate a spalla e e di quelle passanti.

La differenza sostanziale tra i due sistemi e' che il primo e' accostato ad una superficie verticale, un muratura per esempio, quindi e' chiuso da una boiserie posteriore che lo rende un elemento utilizzabile per attrezzare un angolo chiuso e preciso dell'ambiente soggiorno; il secondo sistema e' un sistema aperto, appunto passante e free standing, ossia che non ha bisogno di essere accostato ad un altro elemento ma puo' essere utilizzato in maniera autonoma per esempio per dividere la zona soggiorno dalla zona pranzo, o magari la zona cucina da quella pranzo.

I sistemi attrezzati a spalla sono sistemi a giorno caratterizzati da un'estrema versalita' della composizione che essendo modulare consente di soddisfare ogni esigenza di personalizzazione dello spazio., grazie ad ante, mensole regolabili in altezza, elementi contenitori che vengono spesso collegati ad un pannello boiserie di fondo che ne consente la mobilita' e fa da supporto utile per le differenti soluzioni di composizione.
La varieta' dei materiali presenti oggi sul mercato consente la massima liberta' nella scelta degli spessori e della resa visiva finale del sistema d'arredo; legno, metallo vetro sono tutti elementi che servono a reinterpretare la classicita' dell'arredo stesso donandogli plasticita' dove la robustessa del sistema che prima era dettato dall'uso di materiali quale il legno viene ridotto all'estremo del mezzo centimetro grazie a materiali hi-tech come le fibre di titanio e carbonio rubate al settore aereonautico.
Abacus Living_RIMADESIO





















Sintesi_POLIFORM

























Side System 53_FIMAR























505_MOLTENI






















Da un punto di vista dimensionale si dovrebbe prevedere uno spessore di mensola compreso tra i 2,5 e i 4 cm. laddove si presuppone un notevole carico di peso e come lunghezza e' bene che non si superino i 65 - 70 cm. 
Se il sistema attrezzato e' destinato a svolgere la funzione di libreria si deve prevedere una profondita' compresa tra i 25 e 35 cm; l'altezza tra i singoli ripiani deve essere compresa tra i 30 - 35 cm. se si tratta di libri standard, laddove si presenti l'esigenza di alloggiare libri antichi di riguardo o atlanti l'altezza puo' arrivare anche a 60 - 70 cm.
Se il sistema attrezzato deve essere utilizzato a contenere oggetti, vengono utilizzati macrocontenitori modulari ormai specializzati nelle tipologie d'impiego e nei materiali sempre piu' all'avanguardia, dotate di ceniere robuste solide e regolabili che permettono la piu' ampia liberta' di impiego e soluzioni nella composizione.
Ovviamente le composizioni prediligono principalmente le due vie verticale ed orizzontale; nella tipologia orizzontale la modularita' e' solitamente multipla di 15 cm. (ossia 30, 45, 60, 90 ,120), mentre nella tipologia verticale parte da circa 35 cm. come modulo base a terra per arrivare piu' o meno a 3 metri, passando per tre altezze standard.
I fianchi e i montanti hanno solitamente una foratura ogni 3 - 5 cm. per facilitare il montaggio molteplice delle composizioni.
Le cerniere nella tipologia verticale che vannoa chiudere i vani contenitori sono in numero proporzionale all'altezza; se il modulo e' inferiore a 80 cm. basteranno 2 cerniere, mentre tra i 90 cm. e 150 cm. almeno tre cerniere e cosi' via.
Cassetti e vassoi mobili sono invece muniti di sistemi a scorrimento ad estrazione totale, nonche' di sistemi anticaduta e ritorno silenzioso.
Loft_ CATTELAN Italia





































Le librerie passanti hanno strutturalmente gli stessi dati caratteristici dei sistemi attrezzati a parete, ma a differenza dei primi sono dei sistemi filtranti, per cui aperti; non hanno dunque un pannello a spalla di chiusura e spesso sono fissati a soffitto e pavimento attraverso cavi di acciaio e e tasselli a espansione.
Essendo sistemi che lasciano passare la luce, questi possono essere utilizzati laddove non e' possibile costruire un muro per le ristrettezze del rapporto areoilluminante.
Se utilizzati in un'area destianata alla lettura e al relax, verranno preferiti sistemi piu' massivi con ripiani in legno o comunque materiali che prevedano spessori maggiori per assolvere alla funzione di sostegno di carichi piu' pesanti come quelli dei libri.
Se utilizzati in zone di passaggio o convivialita' dove la funzione e' quella magari di esporre, saranno preferiti sistemi leggeri per esempio in vetro e acciaio.

Nuvola Rossa_CASSINA


























Fun_BONALDO





























Glass design_TONELLI





























Link System_ZALF






















1 commenti:

Đào Quân ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

Posta un commento

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | cheap international calls