AL VIA IL SALONE DEL MOBILE 2013: Fiera, festa e design tra le vie di Milano

Dopo lunghi giorni di preparativi inizia oggi finalmente lo straordinario tour del Salone del Mobile nella sua edizione 2013, importante evento fieristico di design e non solo, piu' che atteso a livello internazionale e che continuera' fino al prossimo 14 aprile.

Un fiume in piena di persone che si muovono e si spostano dalla sede principale dell'evento puntata negli spazi espositivi del quartiere Rho Fiera di Milano ai Saloni Satelliti dislocati nei tanti angoli della citta' conosciuti per l'attenzione a tutto cio' che e' moda e design come Via Savona e Via Tortona, che diventano in questi giorni centri nevralgici di incontri e confronti per i tanti risvolti che questo settore comporta.

Lo slogan di quest' anno coinvolge tutta la city ed e' un monito esplicito di richiamo al cambiamento e al rinnovamento a cui tutti aspirano in questa congiuntura storico - economica importante: "A Milano il mondo che abiteremo".

Nonostante il periodo di crisi l'evento richiama ogni anno un numero importante di visitatori da tutte le parti del mondo; quest'anno sono attesi circa 300000 visitatori da 160 paesi  con un numero di espositori che supera i 2500.
Per comprendere le motivazioni dell'importanza di questo grande evento bisogna fare un passo indietro e risalire alle radici storiche dell'italian style.
Il mobile d'arredo si diffonde in Italia nel primo dopoguerra, quando un gruppo di architetti che procede ognuno autonomamente si misura con le nuove tecnologie nella produzione di oggetti della vita quotidiana; questi esperimenti hanno suscitato l'attenzione internazionale per il lavoro di produzione di arredi che portano il nome di grandi pionieri come Marco Zanuso,  Vico Magistretti, Ettore Sottsass o i fratelli Castiglioni che hanno delineato le linee guide di quello che poi sarebbe diventato il grande design italiano arricchito dalla straordinaria capacita' industriale ed artigianale che i grandi maestri italiani del design hanno saputo fondere ottenendo oggetti che sono passati alla storia.

Con il passare del tempo sembro' inevitabile  rivolgersi a questa grande capacita' che decreto' gli italiani come migliori produttori al mondo di mobili ed oggetti di design.

Il Presidente di Cosmit Claudio Luti ha dichiarato: La chiave del nostro successo è rendere il Salone il luogo per eccellenza dell’innovazione....(per questo) dovrà continuare a essere sinonimo di novità e vetrina di assolute anteprime”, questo a riconferma di come Milano sia riuscita a suggellare nella sua realta' metropolitana questa straordinaria capacita' produttiva dei maestri italiani, diventando il luogo deputato per l'esposizione temporanea dei migliori oggetti di design internazionali attraverso l'appuntamento annuale del Salone del Mobile e del FuoriSalone.

Importante sottolineare come all'interno di questi eventi ci siano quest'anno spazi dedicati all'attivita' di giovani designer "under 35" con un progetto intitolato: "Design ed Artigianato:insieme per l'industria" inserito nel turbine delle attivita' del SaloneSatellite.


Presenti anche come ogni anno le biennali legate all'evento: Euroluce e SaloneUfficio.


Quest'ultimo padiglione ospitera' quest'anno in maniera straordinaria l'allestimento del Premio Pritzker 2008 Jean Nouvel che ha realizzato per l'occasioneun progetto che mira ad esplorare: 



"Le possibilità attuali del costruito attraverso i principi liberatori del rifiuto di spazi clonati, chiusi e ripetitivi...suggerendo alle aziende espositrici nuove formule di aggregazione per affrontare con maggiore forza il mercato interno e quello internazionale..... Tra 30 o 40 anni saremo stupiti di constatare quali condizioni invivibili propongono la maggior parte degli uffici di oggi. Cloni caricaturali, standardizzazione, totalitarismo, non potranno mai suggerire il minimo piacere di vivere in un ufficio"
Il FuoriSalone convolge in maniera molto forte la vita e il normale scorrere frenetico della vita della city milanese, una costellazione di piccoli eventi ed allestimenti che in realta' esibiscono prodotti gia' presenti in fiera ma ambientati in maniera diversa o vetrine sull'attivita' di tanti giovani designer che illuminano prodotti che aspettano l'attenzione di un qualche produttore.

Ma il Salone del Mobile e ancor piu' il Fuorisalone, che si svolge tra le vie della citta', e' anche uno straordinario evento mondano, molto piu' delle tante settimane della moda e questo perche' mentre le brillanti ed affiscinanti sfilate si riducono poi a cene molto riservate solo per pochi invitati il salone del Mobile diventa un susseguirsi di feste itineranti il cui linguaggio e' comprensibile a tutti; qualora venisse chiesto un unvito in qualche cascina o in qualche temporary place alla fine si entra comunque all'insegna del sorriso e della tanta voglia da parte dei giovani di far parte di questo straordinario mondo anche solo per una settimana.

1 commenti:

Đào Quân ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

Posta un commento

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | cheap international calls