L'ARCHITETTO RISPONDE: RIVESTIMENTI Pavimenti e Pareti - Gres porcellanato

(Collezione WARMSTONES  - TAGINA Ceramiche - finitura satinata)
La scelta del formato, del colore e dello stile dei materiali da rivestimento e' molto importante perche' impreziosisce ogni ambiente conferendogli personalità e carattere.
Tale operazione risulta abbastanza complessa considerando che si dovrebbe tendere a trovare il giusto connubio tra resa estetica e funzionalita', considerandone quindi i benifici per lo spazio abitato relativi sia all'effetto visivo sia, per esempio, al livello di permeabilita' del materiale, di scivolosita' e di durata nel tempo.
Il mercato offre un'ampia gamma di prodotti adatti ad ogni esigenza con caratteristiche  tecniche eccellenti sopratutto dal punto di vista della composizione dei materiali stessi.
La tipologia di materiale ceramico piu' avanzata oggi in commercio e che copre quasi l'80% della produzione italiana, sia per resistenza sia per valore estetico,e' il grès porcellanato: questo materiale a massa compatta  e' ottenuto con pressatura dalla mescola di argilla magra e poco refrattaria e feldspati (miscela di materie prime molto simile  a quella impiegata per i sanitari), cotta al forno a temperature estremamente elevate (1200-1400 C°), fino a raggiungere uno stato di vetrificazione non porosa che dona al materiale un'impermeabilità tale da rendere la piastrella completamente idrorepellente e con elevate caratteristiche di resistenza meccanica anche senza smaltatura.
Il termine di origine francese grès indica che la massa ceramica della piastrella è estremamente greificata, compatta, da cui deriva l’eccezionale resistenza del materiale ceramico; l’aggettivo porcellanato, invece,  sottolinea la raffinata eleganza che lo caratterizza e deriva dall’utilizzo anche del caolino, una argilla bianca che viene utilizzata anche per la produzione di porcellana.
A seconda del processo di cottura (temperatura e tempo) si ottengono gres con differenti caratteristiche di porosita' e finitura superficiale.
Al contrario dei prodotti a superficie smaltata (che vedremo piu' avanti) nei quali si riescono a distinguere in sezione il supporto e lo smalto, il gres porcellanato presenta, invece, una continuita' di materiale nella sua composizione, motivo per cui e' definito "a tutta massa".
Questa caratteristica del gres porcellanato conferisce allo stesso una straordinaria resistenza e ne consente l'uso in molteplici settori, dall'edilizia residenziale a quella commerciale e del terziario, infatti la superficie vetrificata, parte integrante della struttura della piastrella, fa del grès un materiale dotato di un'estetica elegante  e di grande effetto, capace di riprodurre le fattezze visive e strutturate di qualsiasi materiale.

(Collezione MAKO' - Papiro Bianco - LEA Ceramiche - finitura satinata  - Rettificato)
(Collezione STON-KER -  Cemento Antracite - PORCELLANOSA Ceramiche - finitura satinata - Rettificato)
(Collezione TRIENNALE - MARAZZI Ceramiche - finitura satinata)

(Collezione BUILDING / Effetto Cemento - Concrete beige - ARIOSTEA Ceramiche -finitura satinata - Rettificato)
(Collezione EVOLUTION STONE / Effetto Pietra - MARAZZI Ceramiche - finitura strutturata - Rett.)

(Collezione STON-KER / Effetto Pietra - Madacascar - PORCELLANOSA Ceramiche -                    finitura strutturata - Rett.)
(Collezione NIRVANA / Effetto Metallo - Titanium - PORCELLANE DI ROCCA - finitura lappata - Rett.)
 Si possono fondalmente trovare due tipologie di gres, quello "a tutta massa", dove come detto prima esiste continuita' di materiale e nessuna distinzione tra supporto ne superficie, e il gres porcellanato smaltato a massa colorato che si distingue dalla precedente tipologia perche' presenta un ulteriore strato di smaltatura che impreziosisce la resa del materiale.

(Collezione LE ARGILLE / Effetto Pietra - CASADOLCECASA  Ceramiche - finitura strutturata)



(Collezione RAIN FOREST - Ash / Effetto Pietra - LEACeramiche - finitura strutturata - gres smaltato)

Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche del gres porcellanato quella sicuramente piu' rilevante ai fini dell'ottinemento dell'abitabilita'/agibilita' e' il grado di scivolamento  della superficie ceramica che e' valutato con un coefficiente compreso tra R9 e R13.
Questi coefficienti, indicati appunto con il valore R (che e' rapportato all'angolo di inclinazione  in cui la persona perde attrito) classificano i prodotti secondo le esigenze specifiche delle destinazioni d'uso, indicate con un ordine crescente di pericolosita'.
I valori sono compresi tra R9 per i prodotti che hanno superato il primo livello di test fino a R13 valore indicato per particolari pavimentazioni industriali.
Sono altresi' importanti le caratteristiche tecniche relative all'antigelivita' (fondamentale per pavimentazione da esterno), resistenza agli urti, ai graffi, alle macchie e agli attacchi chimici.
Il grado diassorbimento d'acqua e' tra i piu' bassi tra i materiali da rivestimento per pavimento e pareti, pari a 0.5%.
Inoltre sono da registrarsi anche alti valori relativamente alla resistenza a flessione e alla resistenza ad abrasione.

Il grande valore estetico e funzionale del gres porcellanato, cosi' come ripreso sopra, discende anche dalla grande capacita' di questo prodotto di riprodurre gli effetti visivi e strutturati di qualsiasi materiale, ecco quindi che si possono trovare in commercio una serie molto vasta di prodotti in gres effetto pietra, marmo, legno, cotto e cemento.
Un materiale sicuramente molto versatile dai molteplici effetti.
La scelta del gres porcellanato deve tener presente anche della finitura superficiale e del taglio;
in commercio si trovano molti prodotti ma le finiture piu' frequenti sono:
  • naturale (strutturata o bocciardata) - e' una finitura molto versatile che si presta a molteplici usi; il prodotto non subisce altre lavorazioni in superficie dopo la cottura, garantendo una maggiore durezza e resistenza alla permeabilita'
  • lappata - viene ottenuta trattando la superficie del prodotto ceramico con specifiche spazzole abrasive che ne diminuiscono parzialmente  la ruvidita', aumentandone la caratteristica di brillantezza
  • levigata lucida / levigata satinata - e' una finitura che presenta una omogeneita' superficiale di trattamento; la prima caratterizzata da una elevata brillantezza, la seconda opaca ma con un grado di luminosita'  da non trascurare; questa finitura risulta essere piu' delicata rispetto alla finitura naturale perche' il processo di levigatura apre una serie di pori del materiale che lo rendono sicuramente piu' sensibile alle macchie
Il gres porcellanato puo' fondamentalmente avere tre tipologie di bordi: 
  • naturale (NAT) - bordo derivato solo dalla formatura della pressa
  • rettificato monocalibro (RETT) - bordo perfettamente rettilineo che viene ottenuta da un rigoroso processo di squadratura che riporta i pezzi ad un'unica misura dei bordi e che puo' portare anche ad un sistema di posa senza fuga o con un minimo di 1 mm.
  • anticato - bordo irregolare rustico che richiede una fuga di almeno 4 mm.

Il tono e il calibro  sono infine due fattori importanti rispetto alla consistenza del materiale; iil calibro e' lo spessore del materiale, mentre il tono diventa importante perche' essendo il gres un prodotto industriale, diventa quasi impossibile trovare una omogeneita' cromatica costante nella produzione, per cui i materiali vengono divisi in lotti per omogeneita' di colore prima del confezionamento, identificati appunto dal tono.

(Collezione CHATEAUX de la LIORE / Effetto Pietra Anticata - Amboise - REX Ceramiche)

(Collezione MARMI HI-TECH / Effetto Marmo - Crema Marfil - ARIOSTEA Ceramiche - finitura lucida)
(Collezione BIOESSENZE / Effetto Legno - RovereBianco - LEA Ceramiche - finitura strutturata)
Una nuova tendenza nel campo della ristrutturazione, laddove non e' possibile la sostituzione della pavimentazione o degli infissi interni,  e' quella di utilizzare il gres laminato come KERLITE PLUS di Cotto D'Este, che permette di rinnovare il pavimento di qualsiasi ambiente senza dover necessariamente sostituire quello esistente ma posandolo direttamente sul vecchio pavimento di legno, ceramica o qualsiasi altro materiale compatto, grazie al suo spessore ridotto a soli 3 mm., evitando, quindi, anche di livellare porte interne e battiscopa, con una notevole riduzione dei costi.

(Collezione KERLITE PLUS /Buxy - COTTO D'ESTE - finitura satinata - spessore 3 mm.)
(Collezione SLIMTECH / Gouache 10 - LEA Ceramiche - finitura satinata - Rett.  - 3mm.)

Il gres porcellanato smaltato viene utilizzato sopratutto per i rivestimenti dell'ambiente bagno, considerando la sua maggiore delicatezza superficiale; la varieta' di finiture, colorazioni e struttura dei prodotti danno vita a situazioni sempre piu' ricche e suggestive che inebriano l'occhio dell'osservatore.


(Collezione PROGETTO L14 / Gesso - LEA Ceramiche - finitura lucida a rilievo)

(Collezione PAILETTES / Camelia - LEA Ceramiche - finitura lucida)

(Collezione AMOUR / Mer - FAP Ceramiche - finitura lucida)

(Collezione AMOUR / Glycin - FAP Ceramiche - finitura lucida)

(Collezione SUNSHINE - RAGNO Ceramiche - finitura lucida)

(Collezione TIME - RAGNO Ceramiche - finitura lucida)
(Collezione VINTAGE - RAGNO Ceramiche - finitura satinata)


14 commenti:

giorgio ilari ha detto...

Complimenti per l'articolo postato,ha fatto una panoramica esaustiva indicando precise linee guida essenziali che servono da orientamento a chi deve scegliere un pavimento in funzione della destinazione d'uso.
giorgio ilari
giorgio192.wordpress.com

Marina Maggiulli ha detto...

Grazie Sig. Giorgio.
Buona scelta!

Anonimo ha detto...

Salve sig.giorgio dovrei montare il pavimento un gres porcellanato 60/60 vorrei sapere se dritto e di tendenza visto che mia suocera mi ha consigliato in diagonale grazie acceterei volentieri un vostro consiglio grazie

Anonimo ha detto...

buonasera, il mio compagno ed io stiamo ristrutturando casa e avremmo scelto un gres porcellanato effetto legno, sul chiaro perché l'ambiente è piccolo, ma siamo in dubbio su due fattori.
Il primo riguarda la grandezza del formato, meglio piccolo (13.5x80) o altri formati?
Il secondo riguarda il battiscopa: meglio legno bianco oppure gres bianco effetto legno?
grazie anticipatamente

Anonimo ha detto...

Salve
posero a breve un parquet grigio ice ma non cambierò cucina lineare colore miele nemmeno parete che è in salotto (open space) miele zona superiore e panna inferiore divano scamosciato beige medio scuro vorrei giocare sulla parete in cucina con pannello pietra che colore mi consiglia? Mi piacerebbe ritinteggiare le pareti restanti con avorio molto caldo o tortora chiarisssssimo prendere un tavolo in massello artigianale tonalità bianco vintage o naturale con sedie in tessuto bianco panna..a me piace anche lo stile shabby cosa mi consiglia? Il risultato finale sarà pessimo?grazie x l attenzione!!
Mari

Anonimo ha detto...

Salve...ho acquistato un gres porcellanato smaltato per la zona notte...volevo chiedere se ho fatto la scelta giusta in quanto leggo che consiglia il gres porcellanato smaltato per il bagno...grazie

CARLO VANOLI ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
CARLO VANOLI ha detto...

ma io alcuni anni fa nel 2007 o cambiato pavimento in sala mettendo questo greis pocellanato, be una vera delusione, sembra sempre sporco ho provato di tutto ,ultimo un detersivo datoci da un negozio specializzato, con buoni risultati nell'immediato dopo 3 giorni punto e daccapo, praticamente rimane sempre l'alone delle scarpe ,sandali o ciabatte, tanto che sto pensando di cambiarlo e mettere un laminato, per me era meglio la ceramica di una volta.

Đào Quân ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Unknown ha detto...

Salve......avrei bisogno di un chiarimento circa un pavimento della novabell collezione imperial. Non riesco a capire se è smaltato oppure no....nella descrizione dice gres porcellanato lappato rettificato....AIUTO

Katia ha detto...

Salve......avrei bisogno di un chiarimento circa un pavimento della novabell collezione imperial. Non riesco a capire se è smaltato oppure no....nella descrizione dice gres porcellanato lappato rettificato....AIUTO

mellosono ha detto...

In quale decennio si è passati dalla posa orizzontale a quella verticale,sulle facciate.Grazie
Mellosono.

Anonimo ha detto...

Buon pomeriggio, ho appena messo per terra nella mia camera da letto il grès porcellanato effetto legno listoni di due misure (intendo di due altezze) e vorrei proseguire con la posa anche sulla parete dietro la testata del letto. Che ne pensate? E soprattutto, nel caso positivo, devo ricoprire tutta la parete o al massimo sbordare di una decida di cm. rispetto alla linea della testata stessa? Grazie mille per i vostri preziosi consigli

Unknown ha detto...

Prova a lavare con acqua e alcol vedrai che gli aloni non li hai piu

Posta un commento

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | cheap international calls