MADE EXPO 2012: Edilizia "Made in Italy" confermata a livello internazionale

Si e' conclusa ieri a Milano l'edizione 2012 del MADE Expo, confermando anche quest'anno l'estrema importanza che negli ultimi anni e' stata data a quest'evento che si e' imposto quale piattaforma per favorire concrete occasioni di business e di incontro a livello internazionale tra gli operatori del settore costruzioni; quattro giorni di manifestazionedurante i quali le aziende operanti nel campo dell'edilizia hanno avuto la possibilita' di ampliare la propria rete di contatti e di proporre le proprie soluzioni e i propri prodotti ad operatori provenienti da tutte le parti del mondo. 
Grande attenzione e' stata data al tema della riqualificazione e ristrutturazione, intese come creazione di ambienti costruttivi eco-sostenibili ed energeticamente efficienti, adeguamento antisismico e protezione idrogeologica dei centri abitati, sviluppo di tecnologie costruttive mirate al recupero del patrimonio storico e monumentale.
L'approfondimento di queste tematiche, che dati alla mano interessano l'unico settore - riqualificazione e ristrutturazione - che ha visto un incremento in percentuale dello 0.8% della crescita, grazie alle prestazioni ottimali del legno, motivo per cui il MADE Expo si conferma come la manifestazione di settore piu' visitata in Italia, con una notevole percentuale di visitatori stranieri.
Quasi la meta' degli investimenti in Europa nel settore edile riguarda il processo di riqualificazione del costruito, il 65% in Germania e Italia, il 54% in Francia, il 44% in Spagna. E anche nel Nord America il mercato del rinnovo dell'esistente detiene una quota superiore al 35 per cento (fonte "IlSole24Ore").
All'interno del MADE Expo  e' stato predisposto uno spazio di quasi mille metri quadrati per favorire l'incontro tra le aziende espositrici e le delegazioni estere: MADE INTERNATIONAL BUSINESS LOUNGE.
Quest'area e' stata utilizzata dalle aziende per entrare in contatto con studi professionali, associazioni e operatori provenienti da diverse parti del mondo per consolidare la realta' aziendale nel mercato internazionale di interesse e per far conoscere le iniziative in corso nei paesi di riferimento a quegli operatori eventualmente interessati a sviluppare i propri affari all'estero.
Nella lounge vengono ospitati 50 architetti provenienti da alcuni tra i più importanti studi di architettura degli Stati Uniti, tra cui Gensler, Sidmore e Kok e aziende di visibilita' internazionale come  la SaudiBinLadin Group, la Arabian Costruction Company, Shimizu Corp e la tedesca Wuerth che, a conferma del suo interesse per l'Italia, ha sponsorizzato il restauro della cappella Palatina a Palermo.
Questa caratteristica di internazionalita' data a questo evento fieristico e' perfettamente in linea con quello che e' l'andamento generale del mercato globale delle costruzioni, che vede il fatturato delle imprese di costruzione italiane all'estAero pari a 7.8 mld. di euro nel 2011, ossia oltre la meta' del fatturato totale (53% - fonte "IlSole24Ore").
Secondo l'ultimo rapporto di Federcostruzioni diffuso il 17 ottobre "La produzione dell'intera filiera delle costruzioni fra il 2007 e il 2012 è diminuita del 26,3%, il che vuol dire che quest'anno si è arrivati a produrre 126 miliardi di euro in meno rispetto al 2007. Nel 2011 la diminuzione complessiva è stata pari al -3,4%, quest'anno, si stima un ulteriore calo, ancora più sensibile: -5,2%. Per il 2013 la previsione è per una sostanziale stagnazione (+0,1%)". 
Secondo lo stesso rapporto, nel 2011 le aziende presenti oltreconfine hanno chiuso 239 nuovi contratti per un valore complessivo pari a 12.5 mld. di euro; il 32% delle commesse in corso e' concentrato in sud-america, mentre il 12% e il 13% sono rispettivamente su nord-africa e africa-subsahariana.Nuove possibilita' di mercato si sono aperte per la prima volta negli ultimi mesi in Portogallo, Ungheria, Gabon, Singapore e Guatemala.
Il Presidente di Made Eventi Andrea Negri, nella conferenza inaugurale dell'esposizione, ha spiegato che l'internazionalizzazione del mercato e' la scelta obbligata da perseguire per un percorso di ricrescita: "Siamo in una crisi profondissima  e il solo mercato interno ha subito una diminuzione reale del 35% circa. Andare all'estero diventa l'unica chance, tra le più attrattive per continuare a crescere. Grazie a un approfondito lavoro congiunto di associazioni, camere di commercio e operatori, quest'anno abbiamo portato in fiera alcune importanti delegazioni. Oltre alle nostre imprese espositrici sono presenti 92 realtà straniere provenienti da 34 Paesi".
Quella dell'internazionalizzazione e' la strategia intrapresa da FederlegnoArredo che ha acquisito il 100% delle quote di MADE Eventi.
Rispetto all'eventuale strategia per il rilancio del settore edilizia il presidente di Federcostruzioni Paolo Buzzetti ha presentato uno studio realizzato dal Cresme sul mercato mondiale dell'edilizia: "Se prima dell'esplosione della bolla immobiliare  gli investimenti in costruzioni avevano mostrato una crescita decisamente più accentuata del Pil, durante la fase recessiva la flessione è risultata più marcata a causa dell'andamento del mercato residenziale che ha indotto un comportamento pro-ciclico e innescato la crisi finanziaria mondiale".
 Alla fine del 2012 la crescita delle costruzioni  nel mondo sara' del 4.1%, maggiore del PiL (3.8%) e considerando che la crescita delle infrastrutture ha ricominciato ad avere percentuali in positivo dal 2006, si prevede che nel 2016 si assistera' ad un nuovo picco di crescita delle costruzioni stimato intorno al 11.9% del Pil mondiale, grazie sopratutto allo sviluppo economico di paesi come quelli africani che conseguentemente alla crescita della popolazione avranno bisogno di tessuti urbani nuovi, infrastrutture produttive e sociali, spazi per il commercio e unita' residenziali.

1 commenti:

Đào Quân ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

Posta un commento

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | cheap international calls