FEDERARCHITETTI DENUNCIA I TANTI ATTESTATI FALSI E LE PRATICHE ILLECITE: Giornata nazionale per la Sicurezza sui Cantieri

Si e' tenuta venerdi 12 aprile ad avellino la IV edizione della Giornata nazionale per la sicurezza sui cantieri edili che quest' anno FederArchitetti, Sindacato nazionale degli Architetti e degli Ingegneri liberi professionisti, ha voluto organizzare contemporaneamente anche a Roma, Parma, Pisa, Napoli, Benevento, Caserta e Catania.

Si e' alzata forte la voce del presidente della FederArchitetti Roma, Giancarlo Maussier che in questa giornata ha voluto mettere l'accento sulla situazione in cui versano i pochi cantieri edili ancora in attivo sul territorio nazionale che non solo sono stati investiti dalla crisi economica che ne ha determinato un calo al limite dei valori storici, ma sono travolti anche da tutta una serie di pratiche ai limiti della legalita'.

Maussier denuncia come, complice anche la crisi, molti datori di lavoro glissano su quelli che sono gli obblighi imposti dal Testo Unico sulla Sicurezza ( DLgs. 81/2008) che all'art. 37 cita testualmente "ciascun lavoratore riceva una formazione sufficiente ed adeguata in materia di sicurezza" che dovrebbe concretizzarsi grazie all'ausilio di enti accreditati.
Il dato devastante e' che, al contrario di quella che dovrebbe essere la pratica usuale, si stanno diffondendo gli operati di tanti enti che certificaano questa formazione anche on-line attraverso quiz a risposta multipla dietro compenso di 30/40 euro ad attestato.
Un mercato illeccito che si sta diffondendo a macchia d'olio, spesso non ad operadegli operai ma degli stessi datori di lavoro, e sta portando come conseguenza diretta ad un aumento notevoli dei cosi' detti casi di "morte bianca" come sottolinea Oreste Tofani, ex presidente della Commissione d'inchiesta sul fenomeno degli infortuni sul lavoro del Senato che spiega: 

Il problema delle morti sul lavoro è molto lontano dall’essere risolto. A mio avviso dovremmo rivedere innanzitutto le competenze sulla materia, contese da Governo e Regioni in un vulnus che, come Commissione, abbiamo indagato, constatando, regione per regione, che gli organismi locali preposti non funzionano come dovrebbero. Di questi organismi fanno parte Regioni e altri soggetti di carattere nazionale. 
Io proposi di rivederne la composizione e attribuire la competenza allo Stato, ma la mia linea, che prevedeva una riforma costituzionale, non ha prevalso, come neppure la proposta di istituire un'agenzia nazionale ad hoc, condivisa dalla Commissione ma mai attuata per lo scadere della legislatura

La responsabile nazionale della sicurezza della UIL, Gabriella Galli, sostiene  che questa penosa situazione si collega necessariamente all'inadempienza delle direttive delineate nel Testo Unico sulla sicurezza, come la patente a punti prevista per qualificare le imprese in regola sull'adempienza in termini di sicurezza.

A questo punto una modalita' per arginare questo dilagante sistema e' quello di aumentare i controlli, cosi' come affermato dall'assessore alle attivta' produttive del comune di Roma, Davide Bordoni, che ha dichiarato di voler istituire una piattaforma di controllo per la sicurezza sui cantieri, che puo' essere presa ad esempio su tutto il territorio nazionale.





1 commenti:

Đào Quân ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

Posta un commento

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | cheap international calls