UNICREDIT TOWER - MILANO: Workplace innovativo

L'Amministratore Delegato di Unicredit, Federico Ghizzoni, ha presentato da poco l'headquarters del gruppo, la Unicredit Tower, complesso di tre edifici nella nuova area di Porta Nuova a Milano, dove troneggia la torre piu' alta di Italia con i suoi 230 metri di altezza.
La nuova architettura disegnata dallo studio americano Pelli Clarke Pelli Architects, che sorge nel cuore di quello che e' il centro di rigenerazione urbana di Milano, ospitera' a partire da questo Marzo circa 4000 dipendenti con un notevole risparmio sui costi immobiliari per il gruppo grazie alla riduzione delle sedi su Milano da 26 a 5.


Dalle pagine del "Sole24Ore" il Dott Ghizzoni afferma: 

"Presentiamo oggi il nuovo Quartier Generale del Gruppo una struttura che accoglierà migliaia di dipendenti,pensata, studiata e realizzata per rispondere a un nuovo modo di lavorare. Oggi possiamo contare su un patrimonio, tra uffici e filiali, di 10.000 immobili, pari a 6,6 milioni
di metri quadri di superfici: un asset molto rilevante, oggetto dal 2009 di un importante progetto
di razionalizzazione che si traduce in un risparmio quantificabile in 150 milioni di euro annui a
regime dal 2015. Siamo anche orgogliosi di poter condividere con Milano un progetto di eccellenza sotto il profilo della riqualificazione urbana e dell'ecosostenibilità – ha aggiunto Ghizzoni. UniCredit Tower ha ricevuto la certificazione Leed Gold e rientra nel nostro piano di riduzione di CO2 del 30% entro il 2020"

La Torre A, quella piu' maestosa, tocca i 230 mt. di altezza (31 piani), dominati dai 78 mt. della sua guglia;i tre fabbricati si articolano intorno alla piazza dedicata all'architetto Gae Aulenti, scomparsa recentemente, e gli ambienti sono tutti impreziositi grazie ad elementi d'arredo di importanti brand italiani del design come Moroso.

Le altre due torri sono alte 100 mt. (21 piani) e 50 mt. (11 piani) ed i tre edifici costituiscono il primo progetto pilota per l'ottenimento della certificazione LEED che prevede una significativa riduzione dei consumi energetici sulla base di un uso ottimale delle risorse ambientali determinato dalla normativa vigente.
Lo U.S. Green Building Council certifica:
  • 22.5% risparmio energetico
  • 37.3% risparmio utilizzo acqua potabile all'interno dell'edificio, con totale riutilizzo acqua piovana
  • 93% rifiuti cantieri
  • 20.5% riciclo proveniente da scarti di cantiere
Il concept progettuale messo in atto dal gruppo finanziario e' quello di creare dei workplace innovativi che tengano presente il punto del "take your place", concretizzando nuove concezioni e abitudini lavorative; grande importanza viene data alle aree di uso comune come meeting room, auditorium e aree di incontro formale, a cui si aggiungono molte aree aperte e trasparenti al fine di rafforzare il principio dell'open and meeting space, passando da una porzione di superficie per dipendente che varia da 17 a 11 mq. 

«UniCredit Tower rappresenta una nuova concezione di ufficio – dichiara Paolo Fiorentino, COO e Vice Direttore Generale UniCredit – un complesso nel cuore di Milano, perfettamente integrato
nella Città. Il nostro nuovo Headquarter è stato progettato per condividere esperienze e
informazioni, facilitare la collaborazione e il networking ed eliminare le inefficienze derivanti
dagli spostamenti tra i vari uffici. Gli ambienti e gli spazi interni sono stati concepiti per
soddisfare le esigenze del singolo, come elemento unico e fondamentale di un team, da qui la
grande importanza dedicata alle aree comuni. La nostra attenzione si è concentrata anche al contesto urbano adiacente a UniCredit Tower, con la creazione di uno spazio multifunzionale aperto verso il parco, sarà dedicato a eventi, iniziative e, in generale, alla città di Milano»

Da un punto di vista strategico, la nuova sede del quartier generale del Gruppo Unicredit si trova in corrispondenza della Stazione Garibaldi, dove convergono le tre linee metropolitane della city e vicino al nodo dell'Alta velocita' che collega Milano a Roma e Torino garantendo una visibilita' ed una facilita' di network incredibile,sede della holding e lasciando alla sede di Cordusio le finalita' del business .
Questa scelta rientra in un piano molto piu' allargato per cui il gruppo Unicredit sta riorganizzando tutte le altre sedi europee; la sola operazione milanese, con la chiusura di tutti gli altri contratti di locazione, portera' ad un risparmio di oltre 25 milioni di euro l'anno.
Come ha sintetizzato Paolo Gencarelli, responsabile Service Line Real Estate la grande leva per l'efficienza sono gli spazi, che sono una risorsa da usare al meglio.
Si parla di circa 25 Piani Citta' con altrettante soluzioni di organizzazioni che coinvolgono le grandi capitali europee, Milano, Roma, Monaco, Vienna, Varsavia, Amburgo, Bucarest,Praga, Mosca, Zagabria, Bologna, Torino e Verona, prevedendo di liberare una superficie pari a 650 mila metri quadrati pari alla superficie di 120 campi da calcio.

A livello nazionale ed internazionale, la tendenza quindi da parte del mondo della finanza, banche ed assicurazioni, e' appunto quello di trovare sede negli edifici piu' alti in maniera da ottenere notevoli risparmi ed ottimizzare il lato gestionale; minori canoni di locazione, minori costi di gestione e manutenzione e sicuramente minori spostamenti tra la sedi.

Altri casi sono quello della torre (125 mt.) Unipol a Bologna, a Torino si sta ultimando il grattacielo (166 mt.) di IntesaSanPaolo, senza dimenticare che secondo indiscrezioni la torre piu' alta di CityLife ospitera' la sede di Generali Assicurazioni.

1 commenti:

Đào Quân ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

Posta un commento

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | cheap international calls