UFFICI GOOGLE A LONDRA "Free style job" - PENSON GROUP Studio

La scorsa estate e' stata inaugurata nel cuore del Covent Garden a Londra la sede head quarter di GOOGLE  a firma dello studio di architettura e design Penson Group.
Negli oltre 50.000 mq. ubicati su piu' livelli nel complesso Central sant Giles progettato da Renzo Piano, lo studio Penson ha saputo interpretare la famosa volonta' della committenza Google di fornire ai propri dipendenti uno spazio lavorativo oltremodo accogliente in maniera del tutto diversa dalla precedente sede in Buckingham Palace Road; un intreccio magistrale tra innovazione e tradizione, tra presente e passato impreziosendo ogni angolo degli ambienti con elementi classici della British Style, dalla tappezzeria fiorata, ai paralumi con lughe frange, alle sedie e i divani capitonne' by Moroso all'orticello sulla terrazza.










Tutto in questo progetto sembra sottolineare quello che e' un po' in sintesi la filosofia della societa' fondata da Larry Page e  Sergey Brin ossia la capacita' di prendersi troppo sul serio; non e' difficile incontrare passeggiando nei corridoi porte con chiusure del tutto simili a quelle dei portelloni dei sottomarini per creare degli ambienti pensatoio per quei dipendenti che si vogliono isolare o paradossalmente le poltrone per l'espulsione, fino ad arrivare alla Biledry Room per permettere ai dipendenti che vengono in bicicletta di asciugare gli abiti.





Gli spazi sono distribuiti secondo una logica interna votata al liberta' di movimento piu' completa e alla fluidita' degli spazi in quanto tali e in quanto elementi gestionali di una funzione.
Una grande e spaziosa main Reception accoglie coloro che entrano nella sede londinese in Covent Garden di Google, la Lala Library e la zona Gymnasium per allenarsi o ballare, la caffetteria e il ristorante fino alla grande Town Hall per le proiezioni capace di ospitare fino a 200 persone.









Grande attenzione e' stata data nella realizzazione di questo progetto anche alla sostenibilita' attraverso l'utilizzo di materiali di recupero e reciclo, non compresa in quella che viene definita la red list dei materiali nocivi. Sono stati utilizzati materiali dalle finiture grezze come il compensato o di usecologico che cambia nuance cromatica a seconda del grado di usura, infatti questa sede di Google e'in lista per il premio LEED Platinum ed iscritta al Healthy Material Program.






1 commenti:

Đào Quân ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

Posta un commento

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | cheap international calls